Background Image

logo inkasa                SoloAffitti inkasa

Calo dei prezzi e tassi più bassi

Un periodo che lascia spazio all’ ottimismo, questo che stiamo vivendo. Tiene il potere d’ acquisto e i tassi più leggeri alleggeriscono le rate dei mutui. La frenata dei prezzi, un vero e proprio calo per moltissime voci, apre per le famiglie italiane una piccola parentesi rosa, un po’ di ossigeno e nuove speranze dopo la corsa del 2007 - 2008. La parallela fase di discesa dei tassi di interesse e quindi delle rate dei mutui, almeno in una certa misura, contribuisce molto a ben sperare per un futuro migliore, soprattutto del mercato immobiliare.

Giù la rata del mutuo e già le famiglie riprendono a credere che finalmente possano concedersi quel bene inestimabile che è la casa. Infatti, dopo i picchi toccati in ottobre, l’ Euribor, il tasso interbancario usato come riferimento per calcolare le rate dei mutui variabili, è crollato a ridosso del 2 per cento, e anche meno per la scadenza a un mese. Al punto da rendere praticamente inutile l’ intervento deciso del governo, che fissava un tetto al 4 per cento, Ora per un variabile si paga un tasso quasi inferiore al 4 per cento e spesso vicinissimo al 3 per cento. Una buona notizia per chi ha un prestito in corso e per chi intende accenderlo, anche se le banche sui nuovi mutui cercano di riguadagnare qualcosa in termini di spread, per garantirsi di fronte al nuovo scenario di rischio e di incertezza.

Comunque piccoli segni di ripresa ci sono: elettricità e gas verso nuovi cali per i ribassi del greggio, pieno meno caro, bollette in ribasso anche se più lentamente. In effetti il prezzo di benzina e gasolio ha ripiegato verso valori più ragionevoli, consentendo alle famiglie un risparmio di alcune centinaia di euro all’ anno. Anche le bollette energetiche iniziano a recepire il calo del greggio e anche in questo settore si prevede un risparmio annuo di un centinaio di euro, rispetto al 2008. E a sostenere il potere d’ acquisto concorrono anche altri fattori non meno importanti: i numerosi rinnovi contrattuali nel 2008 e un lieve aumento delle pensioni.

 

Segni piccoli ma stimolanti, per riprendere a sperare nella realizzazione di quel progetto che è nel cuore di tutte le famiglie italiane: acquistarla, per abitarvi o per investimento, la casa rappresenta pur sempre il bene rifugio per eccellenza, oggi come ieri.

 

Fonte: www.mondocasablog.com

 

StampaEmail

Notizie da altri siti

Contatti

Inkasa Snc
Via Irma Bandiera, 3
40050 Funo di Argelato (B0)
✆ 051.66.47.447
☎ 340.30.30.300
☎ 339.59.72.948
Fax 051.41.25.626
info@inkasa.it

Per un contatto più immediato puoi utilizzare il modulo presente a destra, che invierà copia della tua richiesta all'indirizzo mail che ci segnalerai.

Non esitare a scriverci: le tue domande, richieste e commenti sono graditi!

Inviaci una email

captcha
Ricarica